Stress: agopuntura e dietetica cinese alleate

introduzione ad un caso di insonnia da stress, curata con agopuntura e dietetica cinese.
F.S., femmina di anni 42,lamenta insonnia da anni, conseguente a lavoro su turni (infermiera). Acuitasi dopo il parto gemellare nel 2006, e ulteriormente nell’ultimo anno 2017 dopo 2 lutti ravvicinati.

In anamnesi troviamo una Tiroidite di Hashimoto e paresi facciale dopo il parto, soffre di cistiti ricorrenti, coliti ricorrenti.
Alla prima visita alle domande sull’insonnia riferisce iperonirismo, con risvegli frequenti,incubi, e stanchezza al risveglio. Usa Delorazepam prescritto dal medico di base dopo i due lutti degli ultimi mesi in dose di 5 gocce die.

La paziente appare particolarmente agitata, durante la visita inizia a piangere. Di corporatura è sottile,slanciata,il  colorito è lievemente pallido sotto l’abbronzatura, ma le guance sono arrossate.

La lingua presenta un evidente solco centrale, e i polsi alla palpazione risultano deboli.

Nei punti MO risulta dolente il 17 Vaso Concezione.

Riferisce inoltre un appetito buono, ma impossibilità ad alimentarsi bene a cena per disturbi digestivi insorgenti nel periodo postprandiale; accompagnati da  vampate e sudorazioni notturne.

terapia: viene fatta diagnosi di insonnia da Fuoco di Cuore e vuoto di Yin di Rene e si iniziano le 5 sedute.

Uso dei punti 1e 6 Rene-3 Pericardio-12 Vaso Concezione-20 Vaso Governatore-Yin Tang-36 Stomaco con uso di aghi 0,20×30 impiegati senza stimolazione né elettroterapia .

Per le prime tre sedute si userà questo schema, nelle ultime due è stato  inserito un lavoro sul Jing con i punti 4 Vaso Concezione-3 Rene-6Rene-39 Vescica Biliare e 36 Stomaco , alternati con 4 Vaso Governatore,11,23, e 52 Vescica in tonificazione.

Questo perché il supporto dietetico che vedremo poi aveva già equilibrato il Fuoco  di Cuore e quindi ci si poteva concentrare sull’arricchimento del Jing, visto che la paziente non seguiva molto le indicazioni date anche per ginnastiche e respirazioni energetiche.

Viene affiancata una dieta con alimenti Amari-Dolci,  di natura Fresca per rinforzare la loggia Fuoco, e Terra . Soprattutto vengono consigliate alla paziente delle cene con piatti a base di  cereali cotti in acqua o a vapore, come grano, miglio, riso e orzo; eventualmente accompagnati da legumi :fagioli,soia e lenticchie .Come verdure a scelta:lattuga,sedano,rapa,asparagi,carci,ofi,cavolo cinese,zucca e funghi.

Questi consigli per permetterle una facilitazione della funzione digestiva e favorire il sonno, aggiungendo anche mezz’ora prima di coricarsi un cucchiaino di miele o un bicchiere di latte zuccherato.

Già dopo la seconda seduta la paziente riferisce un miglioramento della qualità del sonno, diminuzione dei risvegli notturni, scomparsa dell’iperonirismo, e delle vampate con sudorazione dopo cena.

Risultati: dopo 5 sedute  all’esame  la lingua non presentava piu’ il solco centrale e i polsi risultavano più pieni alla palpazione, la paziente era molto meno agitata. Addirittura anche l’esito della paralisi facciale che le aveva lasciato la rima buccale destra leggermente deviata  era migliorato.

il Delorazepam era stato portato a 3 gocce al dì che comunque la paziente stava già integrando con prodotti naturali (camomilla, tiglio,..).

La cena non era più un problema per lei, usava ancora gli alimenti consigliati, ma poteva di nuovo permettersi delle cene fuori con gli amici senza il terrore di sentirsi poi male e di non dormire.

Continua follow-up inizialmente a 15 giorni, ora a 1 mese, e questo lavoro ha portato in superficie problemi profondi della paziente, soprattutto legati ai rapporti con i famigliari. La tipologia è lievemente acerba in quanto i genitori erano nella sua mente ancora i suoi genitori di quando era bambina. Ha sofferto tantissimo nella divisione dei beni  morte della madre, giudicando quasi oltraggioso il comportamento dei fratelli nel prendersi gli oggetti  lasciati a loro, e nell’ultimo periodo soffre tantissimo perché una sorella, la media; lei è la minore, è in procinto di separazione essendo innamorata di un altro uomo  avendo si  2 figli ,ma già maggiorenni.

Il dolore della mia paziente è molto vivo perché non concepisce che una coppia possa dividersi.

La mia intenzione è, a breve, di inserire in terapia anche un fiore australiano BOAB che libera appunto da  legami troppo morbosi con i nuclei famigliari.

Conclusioni: il caso conferma l’utilità dell’integrazione di consigli di Dietetica Cinese nei trattamenti agopunturistici standard. Come già viene consigliato in letteratura classica, otteniamo il miglioramento  della compliance fisica con il supporto della dietetica, soprattutto in sindromi stress correlate come in questo caso. E l’efficacia delle trasformazioni dei pazienti che ci permettono di andare ancora più a fondo nell’aiutarli a creare un buon equilibrio mente-corpo.

bibliografia

1  J Ross “combinazione dei punti di agopuntura” 1999, C.E.A.  pag 506-508.

2 Bologna, Di Stanislao, Corradin,Giovanardi,Mazzanti” Dietetica Cinese scientifica e tradizionale” 1999, C.E.A.  pag 359-366.

3  G. Maciocia “I fondamenti della Medicina Tradizionale Cinese” 1996, C.E.A.  pag 141-174.

4 Moroni L “Dietetica Cinese” ed Anima 2012, pag 108-110.

by

Mi chiamo Laura Moroni, Il sito e quello che vedete nascono dalla mia passione per la Medicina Cinese e le medicine alternative tutte

Lascia un commento