Parliamo di infertilità maschile..

Uomo come va? Forse oggi non tanto bene, qualche pensiero arriva dal fatto che io e la mia compagna/moglie non riusciamo ad avere un bambino. Han detto che lei è a posto con le cure ormonali che le han fatto. Ora tocca a me e mi dicono che qualche problema lo han trovato.

Questa è quotidianità per noi operatori, parliamo di infertilità e dintorni, oggi per il maschio. Ed inseriamo dei consigli derivanti dalla filosofia di base dell’agopuntura.

Per la Medicina Cinese il problema della bassa fertilità maschile viene visto come una mancanza di dinamismo, energia vera,quella che viene dal respiro, che impedisce i movimenti di salita e discesa all’interno del corpo.

Si affianca poi l’azione dell’elemento Acqua, il rene, perché il liquido seminale è visto come Rene YIN, e addirittura considerato come Jing.

Ne abbiamo parlato altre volte di Jing, ma rapportato agli alimenti,era la quintessenza energetica di questi.In questo caso rappresenta la possibilità di procreare, in termini occidentali diremmo che il prodotto maschile è in grado di fecondare una donna.https://www.lauramoroni.com/seguire-la-gravidanza-in-agopuntura/

Quindi vista così, tutto ciò che permette una buona respirazione, e tutto ciò che fa aumentare il Jing come buona alimentazione, vita equilibrata, progetti, affetti,…permettono quindi la produzione di un prodotto forte e libero.

C’è quindi una parte fisica, ma aggiungiamo quella energetica e mentale. Non a caso molti punti usati per riequilibrare si collegano ai cosiddetti visceri curiosi, primi fra tutti Midollo e Cervello.

Ne risulta che la capacità procreativa è legata si a un corpo sano,ma ancora di più ad una mente sana, capace di forza,chiarezza,e creazione di impulso.

CONSIGLI

– dieta a base di molluschi, riso, e legumi, con aggiunta di olive, funghi, cavoli e castagne quando è stagione

– dedicare ore sufficienti al sonno ed al riposo

– praticare TaiChi, Qigong o Yoga